Condizioni generali di vendita

§ 1 Ambito di applicazione ed offerte
(1) Le presenti condizioni generali di vendita ("CGV") si applicano esclusivamente nei confronti di clienti che siano imprese, soggetti giuridici di diritto pubblico o enti speciali di diritto pubblico ai sensi del § 310 comma 1 del BGB (Bürgerliches Gesetzbuch - Codice civile tedesco). Eventuali condizioni generali differenti del cliente che siano in contrasto o si discostino dalle nostre CGV saranno applicabili soltanto ove vi abbiamo espressamente acconsentito per iscritto.
(2) Le presenti CGV trovano altresì applicazione anche su tutte le transazioni future con il cliente, ove si tratti di transazioni giuridiche di natura affine.
(3) Le nostre offerte sono soggette a modifiche. Eventuali accordi, in particolare promesse verbali, garanzie ed altri impegni presi a voce dai nostri addetti alle vendite, prima o al momento della conclusione di un contratto, diventano vincolanti soltanto al momento della nostra conferma per iscritto.
(4) L'interpretazione di clausole commerciali quali "EXW", "FOB" e "CIF" è da intendersi basata sull'ultima versione degli INCOTERMS.
(5) Dichiarazioni ed annunci giuridicamente rilevanti che il cliente è tenuto a presentarci dopo la conclusione del contratto (ad es. determinazione delle scadenze, solleciti, dichiarazione di recesso) devono essere effettuati per iscritto per essere efficaci.


§ 2 Conclusione del contratto
(1) Se un ordine è da considerarsi come un'offerta ai sensi del § 145 del BGB, abbiamo la possibilità di accettarlo entro due settimane.
(2) Non vi è obbligo da parte nostra a fornire attestazioni o certificati non espressamente concordati, nonché a fornire altri documenti. Non siamo, inoltre, in nessun caso responsabili per l'adempimento degli obblighi legati al collocamento della merce sul mercato.


§ 3 Documenti consegnati
Ci riserviamo tutti i diritti di proprietà o i diritti di utilizzazione previsti dal diritto d’autore su stime dei costi, disegni ed altri documenti, forniti al cliente in relazione all'effettuazione dell'ordine. Detti documenti non possono essere messi a disposizione di terzi senza il nostro esplicito consenso scritto nei confronti del cliente.


§ 4 Prezzi, pagamento e fatturazione
(1) La fatturazione si basa sui prezzi di listino al netto validi al momento della consegna più l'imposta sul valore aggiunto di volta in volta in vigore.
(2) Qualora non sia stato stipulato alcun accordo speciale, i prezzi sono da intendersi comprensivi di imballaggio.
(3) Ci riserviamo il diritto di modificare opportunamente i nostri prezzi qualora, successivamente alla stipula del contratto, si verifichino riduzioni o aumenti dei costi, in particolare a seguito di aumenti significativi dei prezzi delle materie prime, dei costi energetici o di aumenti dei costi dovuti a modifiche delle disposizioni di legge come, ad es. dazi doganali, imposte, compensazioni valutarie, variazioni dei costi salariali, derivanti ad es. da contratti collettivi nazionali di lavoro, variazioni del prezzo dei materiali o dei costi di distribuzione delle consegne. Su richiesta, forniremo al cliente le relative prove.
(4) Sarà eseguito pagamento senza contanti, senza detrazione di sconto. Se non diversamente concordato, le nostre fatture sono esigibili entro 14 giorni dalla data di emissione della fattura. ll pagamento deve essere effettuato in modo tale che l'importo richiesto per il saldo della fattura sia disponibile per noi non oltre la data di scadenza. Il cliente è in mora al più tardi 10 giorni dopo la data di scadenza del nostro credito, senza che sia necessario un sollecito.
(5) Le contropretese da noi contestate o non stabilite per legge non danno al cliente alcun diritto né alla ritenzione né alla compensazione. Ciò non vale se le contropretese del cliente sono in rapporto di reciprocità con la richiesta principale. Esse darebbero inoltre diritto al cliente di rifiutare la prestazione ai sensi del § 320 del BGB.
(6) Se dopo la conclusione del contratto emerge che la nostra richiesta di pagamento è messa in pericolo dall'incapacità del cliente di pagare o se si verificano circostanze di altro tipo indicanti un significativo peggioramento della capacità di pagamento da parte del cliente, abbiamo il diritto di rifiutare la prestazione anticipata concordata e di esercitare i diritti derivanti dal § 321 del BGB. Questo vale anche nella misura in cui il nostro obbligo all’adempimento non sia ancora scaduto. In tali eventualità possiamo anche rendere esigibili tutti i crediti derivanti dal rapporto di affari in corso con il cliente.


§ 5 Consegna, termini di consegna, ritardo
(1) L'inizio ed il rispetto dei termini di consegna concordati presuppongono l'adempimento degli obblighi di collaborazione, in particolare il ricevimento puntuale di tutte le disposizioni, i documenti, i permessi, le ispezioni, le liberatorie che devono essere fornite dal cliente, il rispetto delle condizioni di pagamento concordate, in particolare il versamento degli acconti pattuiti.
(2) I tempi/le date di consegna per le spedizioni ed i servizi (termine/i di consegna) da noi indicati sono sempre solo approssimativi. Ciò non vale nel caso in cui sia stato espressamente confermato o concordato uno specifico termine di consegna.
(3) Se il mancato rispetto dei termini di consegna è dovuto a cause di forza maggiore o ad interruzioni di altro tipo sulle quali non abbiamo alcun controllo, ad es. guerra, attacchi terroristici, divieti e restrizioni all'importazione e all'esportazione, comprese quelle che riguardano i fornitori, i termini di consegna concordati verranno prolungati proporzionalmente alla durata dell'interruzione. Se, a causa dei suddetti eventi, non si può ragionevolmente pretendere che una delle parti contraenti adempia agli obblighi contrattuali, la parte può recedere dal contratto mediante una dichiarazione immediata per iscritto.
"(4) Qualora non fossimo in grado di effettuare la spedizione entro quattro (4) mesi dalla data di consegna inizialmente prevista, noi e il cliente siamo autorizzati a recedere dal contratto in tutto o in parte nella misura delle prestazioni interessate dal ritardo; da parte nostra, provvederemo al rimborso immediato di eventuali pagamenti già effettuati dal cliente. Tale disposizione si applica anche laddove non riuscissimo ad effettuare la spedizione entro tre (3) mesi dal termine di consegna inizialmente confermato o concordato. 

In caso di ritardo nella consegna, il cliente può recedere dal contratto nell'ambito delle disposizioni di legge solo qualora il ritardo sia a noi riconducibile."
(5) Se il cliente è in mora nell'accettazione della merce o viola intenzionalmente altri obblighi di collaborazione, siamo autorizzati a richiedere il risarcimento dei danni da noi subiti in tal senso, comprese eventuali spese aggiuntive. Ci riserviamo il diritto di ulteriori pretese. Nella misura in cui le condizioni di cui sopra siano soddisfatte, il rischio di perdita accidentale o di deterioramento accidentale della merce acquistata passa al cliente nel momento in cui il cliente è in ritardo con l'accettazione o con il pagamento.
(6) Siamo autorizzati ad effettuare consegne parziali e ad emettere le relative fatture.
(7) Qualora l’evasione della merce sia impossibile a causa di circostanze straordinarie a noi non imputabili, siamo autorizzati, salvo fatturazione immediata, a immagazzinare la merce in altro modo per conto e a rischio del cliente, laddove le nostre strutture di stoccaggio non siano sufficienti a tale scopo.


§ 6 Riserva di proprietà
(1) Ci riserviamo la proprietà di tutti gli oggetti consegnati fino al ricevimento di tutti i pagamenti relativi al totale dei crediti derivanti dal contratto (merce soggetta a riserva di proprietà). Tale disposizione si applica anche a tutte le forniture future, anche in caso di mancato riferimento espresso da parte nostra. Se il cliente agisce in violazione del contratto, siamo autorizzati a richiedere la restituzione della merce acquistata.
(2) Nella misura in cui si rendano necessari lavori di manutenzione e di ispezione sulla merce soggetta a riserva di proprietà, questi devono essere eseguiti per tempo dal cliente a proprie spese.
(3) Fintanto la proprietà non sia stata ancora trasferita al cliente, questi è tenuto a trattare con cura la merce soggetta a riserva di proprietà. In particolare, è tenuto ad assicurare la merce soggetta a riserva di proprietà adeguatamente a proprie spese contro furto, incendio e danni causati dall'acqua per il valore pari al nuovo. Fintanto la proprietà non gli sia stata ancora trasferita, il cliente è tenuto ad informarci immediatamente per iscritto qualora la merce soggetta a riserva di proprietà venga sequestrata o sottoposta ad altri interventi da parte di terzi. Nella misura in cui la terza parte non sia in grado di rimborsare a nostro favore le spese giudiziali e stragiudiziali di un'azione legale ai sensi del § 771 del codice di procedura civile tedesco (ZPO), il cliente sarà tenuto a rispondere di tali spese.
(4) Il cliente ha il diritto di rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà nel corso della normale attività commerciale. Il cliente cede fin da ora a nostro favore i crediti del nuovo cliente derivanti dalla rivendita della merce soggetta a riserva di proprietà per un ammontare pari all'importo finale di fatturazione con noi concordato (inclusa l'imposta sul valore aggiunto). Tale cessione vale indipendentemente dal fatto che l'oggetto contrattuale sia stato rivenduto senza o dopo la lavorazione. Il cliente rimane autorizzato a riscuotere il credito anche in seguito alla cessione. La nostra facoltà di riscuotere noi stessi il credito rimane inalterata. Non riscuoteremo, tuttavia, il credito fintanto il cliente adempia agli obblighi del pagamento derivanti dai ricavati delle vendite, non sia inadempiente nel pagamento e, in particolare, non sia stata presentata alcuna istanza di apertura della procedura fallimentare o non siano stati sospesi i pagamenti.
5) L’eventuale modifica, trattamento o trasformazione della merce soggetta a riserva di proprietà a cura del cliente avviene sempre nei nostri confronti, quali produttori, ai sensi del § 950 del BGB (codice civile tedesco), tuttavia senza che ciò costituisca per noi un obbligo. La merce lavorata è da considerarsi merce soggetta a riserva di proprietà ai sensi del § 6 (1) delle presenti CGV. Se il cliente lavora, combina o mescola la merce soggetta a riserva di proprietà con altre merci, avremo diritto alla comproprietà del nuovo bene in proporzione al rapporto tra il valore della fattura della merce soggetta a riserva di proprietà e il valore della fattura delle altre merci utilizzate al momento della lavorazione, combinazione o miscelazione. Se il nostro diritto di proprietà si estingue a causa della combinazione o della miscelazione, il cliente è tenuto a trasferire alla nostra azienda il diritto di proprietà a lui spettante, sulla nuova giacenza o sul nuovo bene, nella misura del valore della fattura della merce soggetta a riserva di proprietà e a conservalo per nostro conto a titolo gratuito. I diritti di comproprietà che ne derivano valgono come merce soggetta a riserva di proprietà ai sensi del § 6 (1) delle presenti Condizioni Generali di Vendita.


§ 7 Passaggio del rischio
(1) La consegna è EXW (Incoterms® 2020), salvo diverso accordo espressamente prestabilito.
(2) In deroga al paragrafo 1 e solo se concordato con il cliente, provvederemo a spedire la merce alla destinazione indicata dal cliente. Ciò avviene, anche in realazione all'imballaggio, a spese del cliente. Il rischio di perdita accidentale e di deterioramento accidentale della merce nei casi di cui al punto 1 del presente paragrafo passa al cliente al momento della consegna della merce allo spedizioniere, al corriere o ad altra parte addetta al trasporto. Tale disposizione si applica anche in caso di consegne parziali.


§ 8 Accettazione
Il cliente non può rifiutare l’accettazione delle consegne a causa di difetti minori.


§ 9 Responsabilità per difetti e notifica dei difetti
(1) I reclami per difetti materiali cadono in prescrizione dopo 12 mesi. Il termine di prescrizione si applica ai reclami per danni nei casi di dolo e colpa grave nonché nei casi di danni alla vita, all’incolumità fisica e alla salute che si basino su una violazione intenzionale o negligente degli obblighi da parte del cliente. Prima di qualsiasi restituzione della merce, deve essere ottenuto il nostro consenso per iscritto.
(2) I diritti di garanzia del cliente presuppongono che il cliente abbia debitamente adempiuto al proprio obbligo di ispezione della merce e di reclamo ai sensi del § 377 del HGB (Handelsgesetzbuch - Codice commerciale tedesco). Se il cliente non ci dà la possibilità ed il tempo ragionevole di convincerci del difetto notificato e, se occorre, di effettuare le prestazioni successive necessarie (riparazione o fornitura sostitutiva), tutti i diritti inerenti ai difetti non saranno più applicabili. Quanto detto non si applica ai danni conseguenti per i quali siano soddisfatti i requisiti di cui ai paragrafi 9 e 10.
(3) In caso di notifica del difetto materiale entro il termine di prescrizione, la cui causa era già presente al momento del passaggio del rischio, possiamo, a nostra scelta, porre rimedio al difetto o consegnare un articolo privo di difetti quale prestazione successiva. La merce reclamata dovrà essere fatta pervenire ai nostri stabilimenti per essere esaminata. Il nostro diritto di rifiutare adempimenti successivi in base alle condizioni di legge rimane inalterato.
4) Se gli adempimenti successivi falliscono, il cliente può, fatto salvo l’eventuale reclamo del danno, recedere dal contratto o ridurre il prezzo in conformità alle disposizioni di legge.
(5) I diritti del cliente inerenti le spese necessarie ai fini delle verifiche e degli adempimenti successivi, in particolare i costi di trasporto, viaggio, manodopera e materiale, sono esclusi se l'aumento delle spese è riconducibile al fatto che la merce da noi consegnata è stata trasferita successivamente in un luogo diverso dalla sede del cliente, a meno che non si tratti di un trasferimento corrispondente all'utilizzo previsto.
(6) I reclami per vizi non sussistono in caso di uno scostamento meramente irrilevante dalla qualità concordata, di una compromissione meramente irrilevante della fruibilità, di utilizzo naturale o di logorio ed usura, nonché di danni che si verificano dopo il trasferimento del rischio in seguito a trattamento errato o negligente, sollecitazione eccessiva, attrezzatura inadeguata o a causa di particolari influssi esterni non previsti dal contratto. Se il cliente o terzi eseguono lavori di riparazione o modifiche, per esse e per i danni e le conseguenze da esse risultanti non potranno essere presentati reclami per vizi.
(7) Le richieste di ricorso del cliente nei nostri confronti si verificano solo nella misura in cui il cliente non abbia stipulato con il suo cliente accordi che vadano oltre i diritti legati a vizi previsti dalla legge, ad esempio accordi di buona volontà.
(8) Il cliente è tenuto a concedere alla nostra azienda, o ad una terza parte obbligata alla garanzia, il tempo necessario e la possibilità di eseguire i lavori previsti dalla garanzia. Il cliente è autorizzato ad eseguire personalmente tali lavori, tranne nei casi di cui al § 637 del BGB, soltanto previo consenso per iscritto da parte nostra. Le spese necessarie ai fini degli adempimenti successivi sono a nostro carico per un importo che deve essere ragionevolmente proporzionato al valore della merce priva di difetti, all'importanza del difetto e/o alla possibilità di ottenere gli adempimenti successivi in altro modo; tutti i costi eccedenti sono a carico del cliente.
(9) Rispondiamo dei danni dovuti alla violazione di obblighi contrattuali o extracontrattuali solo in caso di dolo o colpa grave, in caso di lesioni colpose o intenzionali alla vita, all’incolumità fisica o alla salute, dei danni dovuti all'assunzione di una garanzia di qualità o di durata in caso di violazione colposa o intenzionale di obblighi contrattuali sostanziali, dei danni dovuti alla responsabilità obbligatoria ai sensi della legge tedesca sulla responsabilità del prodotto (Produkthaftungsgesetz) o ad altra responsabilità obbligatoria.
(10) Tuttavia, il risarcimento dei danni per la violazione di obblighi contrattuali essenziali è limitato al danno prevedibile tipico del contratto, a condizione che non vi sia dolo o colpa grave o responsabilità per danni alla vita, all’incolumità fisica o alla salute o per l'assunzione di una garanzia di qualità.
(11) Le disposizioni del § 9 delle presenti CGV si applicano per analogia ai vizi giuridici che non si basino sulla violazione dei diritti di proprietà di terzi.


§ 10 Diritti di proprietà e diritti d'autore
(1) Ci riserviamo tutti i diritti di proprietà, i diritti di brevetto, i diritti di utilizzo, i diritti di design e progettazione, i diritti di marchio, i diritti d'autore, i diritti personali e altri diritti di protezione, in particolare su illustrazioni, disegni, preventivi, bozze e altri documenti, progetti, proposte progettuali, modelli, documenti di lavoro, stampi, competenze e conteggi di nostra proprietà. Nessun trasferimento del diritto a o da un tale oggetto è associato alla consegna. Il cliente riconosce i nostri diritti di marchio e i diritti relativi ad altri marchi utilizzati e si impegna a non utilizzarli per altri scopi, in particolare a non cederli a terzi.
(2) Il cliente non è autorizzato ad utilizzare la nostra proprietà intellettuale per scopi diversi da quelli contrattuali concordati. Al termine del contratto, il cliente è tenuto a restituire i disegni, da noi messi a sua disposizione, su nostra richiesta. Il cliente accetta l'obbligo di fare una dichiarazione dei nostri diritti di proprietà intellettuale in tutto il materiale pubblicitario prodotto da o per il cliente in relazione alla merce. ll cliente è tenuto ad utilizzare la dicitura da noi adottata. Il cliente non è autorizzato a rimuovere o modificare le diciture sulla merce o ad applicarvi altre diciture senza il nostro previo consenso scritto.
(3) Il cliente è tenuto ad informarci immediatamente dopo essere venuto a conoscenza della (presunta) violazione dei diritti di proprietà o dei rischi al riguardo e, su nostra richiesta, deve - per quanto possibile - lasciare a noi la conduzione di controversie legali (incluse quelle extragiudiziali).


§ 11 Riservatezza
(1) Tutte le informazioni di carattere commerciale o tecnico da noi provenienti devono essere tenute segrete a terzi finché e nella misura in cui non sia dimostrabile che sono di dominio pubblico. Possono essere inoltre messe a disposizione nell'azienda del cliente solo ai soggetti che devono essere necessariamente consultati per l’utilizzo di tali informazioni e che sono altresì tenuti a mantenere la segretezza.
(2) Ci riserviamo i diritti di proprietà e d'autore su tutti i documenti e i materiali da noi forniti al cliente, in particolare disegni, illustrazioni, bozze, stime dei costi e conteggi, descrizioni, piani, modelli, campioni, specifiche tecniche, supporti dati, altri documenti, strumenti, parti e materiali. Tali documenti e materiali devono essere utilizzati esclusivamente per l'esecuzione del contratto e devono essere a noi restituiti integralmente (comprese eventuali copie o registrazioni effettuate) al termine del contratto. La merce da noi prodotta sulla base di documenti e materiali non può essere né utilizzata dal cliente stesso né offerta o fornita a terzi.
(3) Senza il nostro previo ed esplicito consenso scritto, il cliente non è autorizzato a menzionare la nostra azienda, o il rapporto di affari tra noi ed il cliente, in qualsiasi forma come riferimento.


§ 12 Controllo delle esportazioni
(1) Le forniture e la prestazione di servizi (adempimento del contratto) sono soggette alla condizione che non sussistano ostacoli all'adempimento dovuti a norme nazionali o internazionali di controllo delle esportazioni, in particolare embarghi o altre sanzioni. Il cliente è tenuto a rispettare le normative e le leggi applicabili in materia di controllo delle esportazioni e di sanzioni dell'Unione Europea (UE), degli Stati Uniti d'America (Stati Uniti/USA) e di altri ordinamenti giuridici (normative di controllo delle esportazioni). Il cliente si impegna a reperire tutte le informazioni e i documenti necessari per l'esportazione o la spedizione. I ritardi dovuti alle ispezioni di esportazione o alle procedure di approvazione invalidano le scadenze e i termini di consegna. Se le autorizzazioni necessarie non vengono concesse o se la consegna e la prestazione non possono essere approvate, il contratto è da considerarsi non concluso per quanto riguarda la merce in questione.
(2) Siamo autorizzati a rescindere il contratto senza preavviso se la rescissione è a noi necessaria per ottemperare alle disposizioni di legge nazionali o internazionali.
(3) In caso di disdetta ai sensi del § 12 (2) delle presenti CGV è esclusa la richiesta di risarcimento danni o la rivendicazione di altri diritti da parte del cliente a causa della disdetta.
(4) L'adempimento degli obblighi contrattuali da parte nostra è soggetto alla condizione che le norme applicabili in materia di controllo delle esportazioni non siano in contrasto con tale adempimento. In tal caso abbiamo pertanto il diritto particolare di rifiutare o trattenere l'adempimento del contratto senza alcuna responsabilità nei confronti del cliente.


§ 13 Obblighi derivanti dalla legge sugli imballaggi (Verpackungsgesetz)
(1) Il cliente si fa carico di tutti gli obblighi di imballaggio e di smaltimento derivanti dall'effettuazione dell'ordine, comprese tutte le spese sostenute. Il cliente, in qualità di distributore di imballaggi soggetto all'obbligo di partecipazione al sistema, garantisce di essere registrato e autorizzato secondo la legislazione nazionale del Paese di destinazione (nel luogo di residenza del cliente destinatario finale) e ne fornirà alla nostra azienda, su richiesta, la relativa prova.


§ 14 Foro competente e diritto applicabile
(1) Tutti i rapporti giuridici tra noi e il cliente sono regolati esclusivamente dal diritto tedesco, con esclusione delle disposizioni di conflitto di leggi e della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti per la vendita internazionale di beni mobili (CISG).
(2) Il foro competente è Berlino, con riserva di un diverso foro competente esclusivo. Siamo tuttavia autorizzati a citare in giudizio il cliente anche presso qualsiasi altro tribunale di competenza.


§ 15 Rispetto delle leggi anticorruzione e antitrust
(1) Il cliente assicura che non verranno commessi atti od omissioni che, indipendentemente dalla forma di partecipazione, possano portare a procedimenti normativi o penali, in particolare per corruzione o violazione del diritto dei cartelli e della concorrenza, da parte del cliente, delle persone impiegate dal cliente o di terzi incaricati dal cliente (di seguito denominati "Violazione" o "Infrazioni").
(2) Il cliente è responsabile dell'adozione di misure appropriate per evitare Infrazioni. In particolare, il cliente vincola i propri dipendenti o i terzi incaricati dal cliente con un obbligo corrispondente.
(3) Il cliente provvederà ad informarci immediatamente qualora sia a conoscenza o abbia il sospetto concreto di casi di corruzione che siano in relazione concreta con il presente contratto o con il relativo adempimento.


§ 16 Obbligo di notifica in caso di misure di sicurezza del prodotto
Nel caso in cui vengano adottate misure di sicurezza del prodotto in relazione alla nostra merce presso o contro il cliente (ad es. misure ufficiali di controllo del mercato, come l'ordine di ritiro o di richiamo) o il cliente stesso intenda adottare tali misure (ad es. notifiche alle autorità di controllo del mercato), il cliente sarà tenuto ad informarci immediatamente per iscritto.


§ 17 Varie
Nel caso in cui una disposizione delle presenti CGV e degli ulteriori accordi stipulati sia o diventi invalida, la validità delle restanti disposizioni non sarà inficiata. Le parti contraenti si impegnano a sostituire la disposizione invalida con una disposizione valida che si avvicini il più possibile allo scopo economico della disposizione invalida.