Termini e condizioni generali di vendita

Termini e condizioni

Valido da febbraio 2018

1.Finalità

1.1 I seguenti termini e condizioni („TeC“) del venditore („noi“) si applicano a tutti i contratti per la fornitura di beni mobili e di altre parti („beni“) conclusi tra noi e l’acquirente. Questi TeC si possono applicare solamente quando l’acquirente imprenditore (par. 14 Codice Civile tedesco) è un ente legale secondo il diritto pubblico o un fondo speciale secondo il diritto pubblico.

1.2 In particolare, il TeC si applica ai contratti che riguardano la vendita e la consegna di beni non considerando se siamo noi stessi i produttori di beni o li compriamo da un fornitore. I TeC possono essere applicati ai futuri contratti relativi alla vendita e alla consegna di beni con lo stesso acquirente come un contratto quadro, senza necessità di riferirsi agli stessi ogni volta.

1.3 I nostri TeC si applicano in maniera esclusiva. Variazione, divergenza o termini aggiuntivi e condizioni da parte dell’acquirente diventano parte del contratto solamente se, e nella misura in cui, la loro validità è espressamente concordata con e da noi in forma scritta. Queste condizioni di approvazione si applicano in tutti i casi, anche se, per esempio, eseguiamo senza riserve una consegna, nonostante la conoscenza e la familiarità dei termini e condizioni dell’acquirente.

1.4 In ogni caso, accordi stipulati con l’acquirente nei singoli casi (inclusi accordi sussidiari, aggiunte o rettifiche) hanno la precedenza su questi TeC. Un contratto scritto o la nostra conferma scritta è autorevole per il contenuto di tali accordi. L’acquirente deve presentarci dichiarazioni legalmente rilevanti e notifiche al momento della conclusione del contratto (come scadenze, promemoria, rassegnazione delle dimissioni) e richiedono la forma scritta per essere valide.

 

2. Offerta e conclusione del contratto

2.1 Noi possiamo accettare un ordine dall’acquirente che deve essere qualificato come un offerta per la conclusione di un contratto di acquisto sia mandando un ordine di conferma entro due settimane o mandando i beni ordinati entro lo stesso periodo.

2.2 Le nostre offerte sono non-vincolanti, se non espressamente diversamente specificato ad es. designate come tali.

3. Pagamento

 

3.1 A meno che venga accordato diversamente in casi particolari, devono essere applicati i prezzi correnti al momento della conclusione del contratto, ossia disponibili da magazzino, più imposta sulle vendite.

3.2 Il prezzo di acquisto e i prezzi per servizi aggiuntivi sono pagabili alla consegna dell’oggetto di acquisto e alla consegna o trasmissione della fattura. Entro 14 giorni dopo dalla data prevista, l’acquirente deve essere considerato inadempiente.

 

3.3 Se, alla conclusione del contratto, diventa evidente che il nostro diritto sul prezzo di acquisto è messo a rischio a causa dell’incapacità dell’acquirente (ad es. come risultato di una istanza atta ad iniziare dei procedimenti legali per insolvenza) noi siamo autorizzati a richiedere un pagamento anticipato per la consegna e la vendita dei beni da parte dell’acquirente.

 

3.3 L’acquirente può andare contro le nostre rivendicazioni solo se la controquerela dell’acquirente è incontestabile, o se in possesso del titolo legale; lui può solo avvalersi del diritto di ritenzione dal momento che si basa su pretese che scaturiscono da un contratto di acquisto stipulato reciprocamente.

 

4. Consegna e ritardo di consegna

 

4.1 Le date di consegna e le scadenza della consegna, che possono essere concordate se siano vincolanti o non-vincolanti, devono essere specificate al momento dell’accettazione dell’ordine. I periodi di consegna iniziano con la conclusione del contratto.

 

4.2 L’acquirente può richiedere a noi di consegnare dieci (10) giorni dopo che una data non-vincolante o una scadenza della consegna non-vincolante è stata oltrepassata. La ricezione della richiesta ci provoca una situazione di insolvenza. Se l’acquirente ha il diritto al risarcimento dei danni derivanti da un ritardo,ciò deve essere limitato a non più del cinque (5) per cento del prezzo di vendita pattuito, data la lieve negligenza da parte del venditore.

 

4.3 Se l’acquirente desidera anche recedere dal contratto e/o sceglie di fare un reclamo per danni invece di ricevere il servizio, egli è obbligato a fornirci un termine della consegna ragionevole dalla scadenza del periodo di dieci giorni secondo i termini della sezione 3.2 di questi TeC. Se l’acquirente si avvale del diritto di reclamo per danni invece di ricevere la prestazione, il reclamo è limitato ad un massimo del 25% del prezzo di vendita pattuito in caso di lieve negligenza. Se noi non fossimo in grado di effettuare la consegna, causa eventi imprevisti contemporanei alla situazione di insolvenza, saremo noi i responsabili, sotto i limiti di responsabilità concordati sopra. La responsabilità è esclusa se il danno fosse capitato in caso di una consegna tempestiva.

 

4.4 Se una data di consegna è vincolante o una scadenza di consegna vincolante viene oltrepassata, saremo considerati insolventi al momento della data di consegna o della scadenza.

 

4.5 Ci riserviamo il diritto di effettuare una consegna parziale, se ciò sembra essere vantaggioso per accelerare il processo, e la consegna parziale non è insensata per l’acquirente. Non saranno addebitati costi aggiuntivi al cliente sostenuti per le consegne parziali.

 

4.6 Cause di forza maggiore o interruzioni di attività da parte nostra o da parte del fornitore, che temporaneamente ci impedisce di consegnare l’articolo acquistato per la data concordata o entro il periodo di consegna concordato senza che la colpa sia propriamente nostra, causa l’estensione delle date e scadenze specificate nelle clausole 4.1 fino a 4.5 dalla durata del ritardo causato da tali circostanze. Nel caso che tali interruzioni del servizio si verifichino per più di quattro (4) mesi, l’acquirente può recedere dal contratto. Altri diritti di recesso rimangono inalterati.

 

4.7 Struttura o cambiamenti di forma, differenze nelle tonalità così come cambi nelle aree di consegna da parte del produttore rimangono riservati al periodo di consegna stesso, ammesso che i cambiamenti siano sostenibili per l’acquirente. Dato che il produttore e noi facciamo uso di codici di riferimento o numeri per descrivere l’ordine o i beni ordinati, nessun diritto può derivare solamente da questo.

 

4.8 La limitazione della responsabilità di questa clausola non sia applica ai casi dei punti 8.3 fino al punto 8.5.

 

5. Consegna, trasferimento del rischio, accettazione, mora d’accettazione

 

5.1 La consegna ha luogo franco magazzino, che è anche il posto della prestazione. A spese e su richiesta dell’acquirente, i beni possono essere inviati ad un’altra destinazione (vendita per spedizione). A meno che diversamente stabilito, noi abbiamo il diritto di scegliere la modalità di spedizione (in particolare la compagnia di trasporto, la rotta e imballaggio).

 

5.2 Il rischio di una perdita accidentale e il deterioramento accidentale dei beni viene trasferito all’acquirente non più tardi del momento della consegna all’acquirente stesso. In caso di una vendita per spedizione, il rischio di perdita accidentale e deterioramento accidentale dei beni e il rischio di ritardo è già trasferito all’agente successivo, il trasportatore o l’altra persona o entità designata a realizzare la spedizione al momento di consegna ad essi. Il consenso dell’accettazione è decisivo per il trasferimento del rischio. Le regolamentazioni legali sui contratti per servizi si applicano analogamente per altri aspetti dell’accettazione concordata. L’inosservanza dell’accettazione da parte del cliente equivarrebbe alla consegna o accettazione.

 

5.3 L’acquirente si impegna ad accettare l’oggetto della vendita entro otto (8) giorni dalla ricezione della notifica che l’oggetto in vendita è pronto. A meno che sia stato esplicitamente diversamente concordato, l’acquirente accetta i beni disponibili entro dieci (10) settimane dalla conclusione del contratto. Se l’acquirente non recupera gli articoli in tempo, egli ricade nell’inadempimento dell’accettazione su una successiva notifica scritta con un periodo di grazia di due (2) settimane .

 

5.4 In caso di non-accettazione, il venditore può esercitare i suoi diritti legali. Se domandiamo un indennizzo per danneggiamento, essi ammonteranno al dieci (10%) percento del prezzo di vendita. L’indennizzo può essere diminuito o aumentato se da parte nostra viene provato l’esistenza di un danno maggiore o l’acquirente prova che la perdita era più bassa o nessun danno sia stato subito.

 

6. Ritenzione di titoli

 

6.1 I beni rimangono di nostra proprietà fino alla liquidazione del reclamo (credito) che ci spetta sulla base del contratto.

 

6.2 Se l’acquirente è inadempiente al pagamento, possiamo recedere dal contratto. Inoltre se autorizzati a reclamare i danni invece della prestazione e ritiriamo l’oggetto di vendita, entrambi l’acquirente e noi concordiamo, che attribuiamo il valore normale di vendita dei beni al momento del recesso. L’acquirente sostiene tutti i costi per la riappropriazione e il recupero dei beni. Senza una prova, il recupero dei costi ammonterebbe al 5 (5%) per cento del normale valore di vendita clausola 5.4, seconda frase si applica conseguentemente.

6.3 I beni soggetti alla riserva di proprietà non possono essere promessi a terze parti nè trasferiti come garanzia fino all’intero pagamento del credito garantito. L’acquirente deve immediatamente informarci, per iscritto, se e quando terze parti presentano richieste per dei beni che appartengono a noi.

6.4 L’acquirente è autorizzato a rivendere o trasformare i beni soggetti alla riserva di proprietà secondo il normale corso del mercato. In questo caso, le seguenti clausole devono essere applicate in aggiunta.

 

(a) La riserva di proprietà si estende ai prodotti risultanti da lavorazione, miscelazione o combinazione dei nostri prodotti, al loro valore completo, per cui siamo considerati il produttore. Nel caso terze parti si vogliano riservare la proprietà sulla lavorazione, miscelazione o combinazione con i loro beni, noi acquisiamo la co-proprietà in rapporto al valore della fattura dei beni processati, miscelati o combinati. Peraltro lo stesso si applica al prodotto risultante così come ai beni consegnati sotto la riserva di proprietà.

 

(b) Come garanzia, l’acquirente ci trasferisce già crediti contro terzi risultanti da rivendita dei beni o prodotti, nell’importo totale o l’importo della quota di co-proprietà, secondo il paragrafo precedente. Accettiamo la cessione. Gli obblighi dell’acquirente menzionati nella sezione 6.3 di questi TeC si applica anche ai crediti trasferiti.

 

(c) In aggiunta per noi, l’acquirente rimane autorizzato a raccogliere il credito. Ci impegniamo di astenerci dal raccogliere il credito, ammesso che l’acquirente adempia ai suoi obblighi di pagamento verso di noi, non sia moroso, e non esista nessuna richiesta di avvio del procedimento per insolvenza e nessun altra carenza nella sua capacità di prestazione. Se ciò sii verifica, possiamo chiedere che l’acquirente ci riveli i crediti trasferiti e i loro debitori, fornisca tutte le informazioni necessarie, consegni i documenti corrispondenti e avvisi i debitori (terze parti) del trasferimento.

 

(d) Se il valore realizzabile delle cauzioni eccede i nostri crediti per più del dieci per cento possiamo rilasciare le cauzioni a nostra discrezione.

 

7 Diritti di garanzia

 

7.1 Le disposizioni di legge si applicano ai diritti dell’acquirente per difetti materiali e legali (inclusi disinformazione e consegna manchevole così come installazioni improprie o inadeguate istruzioni di assemblaggio), a meno che stabilito diversamente qui di seguito. Le speciali normative di legge per consegne finali di beni al consumatore rimangono inalterate (il fornitore retrocede secondo il sub par. 478, 479 del Codice Civile tedesco).

 

7.2 Per i nuovi prodotti, i reclami dell’acquirente dovuti a difetti materiali entrano in prescrizione dopo un (1) anno del trasferimento di rischio dei beni. Per pezzi usati e accessori, i reclami basati su difetti materiali entrano in prescrizione entro sei (6) mesi dal trasferimento di rischio dei beni.

 

7.3 La limitazione del periodo nella sezione sopracitata 7.2. di questi TeC non si applica a reclami di indennizzo da responsabilità per difetti materiali, inclusi quelli dovuti a violazione di un obbligo di un adempimento successivo. Per tali reclami -così come per tutti gli altri reclami per danni- si applicano i regolamenti nella sezione 5 dei TeC così come la limitazione di periodi stabiliti per legge.

 

7.4 Alla base della nostra responsabilità per difetti è soprattutto l’accordo sulle condizioni dei beni. Valutato come accordo sulle condizioni dei beni sono le così dette descrizioni dei prodotti, che vengono fornite all’acquirente previa effettuazione dell’ordine o incluse nel contratto analogamente a tali condizioni di vendita.

 

7.5 Se la condizione non è stata concordata, la presenza di un difetto deve essere rilevata secondo la legge.

 

7.6 Reclami dovuti a difetti materiali non sussistono se il difetto o il danno è dovuto ad un logoramento naturale e lacerazione o l’acquirente non si è adeguato alla sua verifica a norma di legge e lamenta obbligazioni (subpar. 377, 381 Codice Commerciale tedesco). Se un difetto è rilevato durante l’ispezione o successivamente, dovremmo essere informati immediatamente e per iscritto. La notifica è considerata senza ritardo se avviene entro una (1) settimana, allorchè l’invio tempestivo della notifica basta per rispettare la scadenza. A prescindere da questo ammonimento e dovere di ispezione, l’acquirente dovrebbe fare una notifica scritta di ogni difetto evidente (incluse consegne manchevoli o erronee) entro due (2)settimane dalla consegna, allorchè l’invio tempestivo della notifica basta per rispettare la scadenza. Se l’acquirente tralascia di fare un controllo adeguato o la notifica dei difetti, noi non saremo responsabili per difetti non divulgati. La nostra responsabilità per difetti è anche esclusa se l’articolo comprato è trattato impropriamente o sfruttato ad es. nelle gare di competizione motoristiche per le quali non è progettato, o se l’oggetto della vendita è stato impropriamente riparato da un’azienda, per cui è chiaro all’acquirente che non è riconosciuto dal costruttore per tale scopo, o sono state installate parti nell’oggetto venduto, il cui uso non è approvato dal costruttore, o le vendite di oggetti o parti delle quali (ad es. software) sono state modificate in una modalità non approvata dal produttore, o l’acquirente manca di osservare le regole che disciplinano il commercio, la manutenzione e la cura dei beni (ad es. le istruzioni d’uso).

 

7.7 Se i prodotti forniti sono difettosi, possiamo dapprima decidere se fornire una prestazione successiva per una rettifica del difetto (miglioramento successivo) oppure una consegna di beni impeccabile (consegna sostitutiva). È nostro diritto rifiutare il tipo scelto di riparazione secondo le 

condizioni a norma di legge che rimangono inalterate.

 

7.8 Siamo autorizzati a eseguire la dovuta prestazione successivamente dipendente dall’acquirente che paga il dovuto prezzo di acquisto. L’acquirente è comunque, autorizzato a trattenere una parte ragionevole del prezzo pagato che è in relazione al difetto.

 

7.9 L’acquirente deve fornirci il tempo e le condizioni opportuni richieste per una prestazione successiva, in particolare di cedere i beni in questione per scopi di ispezione. In caso di una consegna sostitutiva, l’acquirente deve restituirci i beni difettosi secondo le regolamentazioni legali .

 

7.10 Se un difetto esiste veramente, dobbiamo coprire le spese allo scopo della verifica e la prestazione successiva, in particolare i siti di trasporto, costi di trasporto, costi di laboratorio e costi materiali. Se già una richiesta per la rettifica di un difetto è ritenuta dall’acquirente come ingiustificata, noi possiamo domandare all’acquirente di rimborsare i costi che ne derivano.

 

7.11 Se la prestazione successiva non avviene o il periodo appropriato per la prestazione che viene stabilito dall’acquirente è scaduto infruttuosamente o è superfluo a norma di legge, l’acquirente può recedere dal contratto di acquisto o ridurre il prezzo di acquisto. Nel caso di una grave mancanza, non si ha diritto di recesso.

 

7.12 I reclami dell’acquirente per danni o indennizzo per spese futili sono valide solo secondo la sezione 8 di questi TeC e sono altrimenti escluse.

 

7.13 Ulteriori reclami rimangono inalterati, a meno che noi siamo specificatamente responsabili secondo le regolamentazioni di legge o qualcos’altro è stato concordato in un contratto individuale, in particolare in caso di accordo su una garanzia contrattuale.

 

7.14 La nostra responsabilità dovuta a vizi giuridici deriva dalla legislazione

 

8. Responsabilità

 

8.1 Se secondo la normativa vigente, siamo obbligati a ricompensare i danni causati da una lieve negligenza, accettiamo la responsabilità in una misura limitata:

 

8.2 Ci riteniamo responsabili solamente per violazione di qualsiasi dovere indispensabile secondo il contratto, così come quelli imposti dal contratto di acquisto secondo il suo contenuto e finalità, o il compimento di ciò che rende la corretta esecuzione del contratto possibile e l’ottemperanza nella quale l’acquirente possa fare regolarmente affidamento (obblighi cardinali). Questa responsabilità è limitata ai tipici danni prevedibili a conclusione del contratto. Ammesso che il danno è coperto da un’assicurazione (esclusa l’assicurazione a somma fissa) conclusa dall’acquirente, noi siamo responsabili di qualsiasi tipo di svantaggi inflitti all’acquirente, come premi di assicurazione più alti o svantaggi di interesse fino alla liquidazione di sinistri da parte della compagnia assicuratrice.

 

8.3 A prescindere dalla nostra colpa, la nostra possibile responsabilità per reticenza dolosa di un difetto, dal trasferimento di una garanzia o un rischio procurato e sotto la responsabilità del prodotto la legge rimane inalterata.

 

8.4 La responsabilità personale dei un nostri rappresentanti legali, ausiliari e impiegati per perdite causate da lieve negligenza da parte loro è esclusa. La limitazione della responsabilità che si applica al danno derivante da una negligenza grossolana si applicherebbe conseguentemente ai detti individui, eccetto che ai rappresentanti legali e al personale dirigente.

 

8.5 Le limitazioni di responsabilità di questa sezione non si applicano in caso di un incidente, lesione del corpo o messa in pericolo della salute, o in caso di azioni dolose.

 

9. Legge applicabile e luogo di giurisdizione

 

9.1 Per questi TeC e tutte le relazioni legali tra noi e l’acquirente, la legge della Repubblica Federale tedesca si applica ad esclusione di tutti gli ordinamenti giuridici dei sistemi internazionali e sovranazionali (contrattuale), specialmente la legislazione uniforme sulla Vendita internazionale di beni mobili (CISG). I prerequisiti e gli effetti della riserva di proprietà secondo la clausola 5 di questo TeC sono d’altro canto soggetti alla legge della rispettiva località di stoccaggio dell’oggetto, pertanto la scelta della legge tedesca come legge applicabile è allora inammissibile e inefficace.

 

9.2 L’unico luogo- anche internazionale – di giurisdizione per tutte le dispute derivanti direttamente o indirettamente da relazioni contrattuali è la nostra sede legale a Berlino. In ogni caso siamo anche autorizzati ad intentare un’azione contro l’acquirente presso il suo foro giudiziario competente.

 

POLITICHE DI RESO

 

Potete restituire qualsiasi articolo acquistato e ottenere il rimborso per tutti i pagamenti effettuati.

 

Per esercitare il diritto di recesso, dovete informare Ridex GmbH della vostra decisione di recedere dal contratto, mediante dichiarazione inequivocabile, entro quattordici giorni dal giorno in cui avete acquisito la proprietà fisica degli articoli, utilizzando gli indirizzi e i contatti sottoelencati.

 

Entro quattordici giorni dal giorno in cui avete comunicato la vostra decisione di recedere dal contratto, dovete restituire gli articoli.

 

Le spese di restituzione sono a vostro carico.

 

Il diritto di recesso è escluso se l'articolo restituito è stato

 

danneggiato

utilizzato o manomesso

restituito incompleto o senza l'imballaggio originale e/o di qualsiasi elemento

 

ESERCITARE IL DIRITTO DI RECESSO

Nel caso in cui vogliate avvalervi del diritto di recesso subito dopo un acquisto sul sito web Ridex, dovrete seguire la seguente procedura.

 

Entro quattordici giorni dalla ricezione degli articoli, dovrete informare Ridex GmbH (Josef-Orlopp-Straße 55, 10365 Berlin, Germania, Email: _____) con una dichiarazione esplicita (ad esempio una lettera inviata per posta, un fax o un'e-mail) della vostra decisione di recedere dal contratto. A tale scopo è possibile utilizzare il modulo di recesso allegato, che tuttavia non è obbligatorio.

Entro e non oltre i quattordici giorni successivi gli articoli devono essere restituiti nel loro imballaggio originale e completo al seguente indirizzo:

 

Ridex GmbH

Josef-Orlopp-Straße 55

10365 Berlin [Germany]

 

Modulo di recesso

 

(Se desiderate recedere dal contratto, vi preghiamo di compilare questo modulo e di rispedirlo a noi.)

 

- A: Ridex GmbH, Josef-Orlopp-Straße 55, 10365 Berlino, Germania, Email: ____

- Con la presente il/la/i sottoscritto/a/i (*) recede/ono dal contratto di acquisto dei seguenti beni (*)/fornitura dei seguenti servizi (*) che ho/ abbiamo (*) stipulato

- Ordinato il (*)/ricevuto il (*)

- Nome del/dei consumatore/i

- Indirizzo del consumatore o dei consumatori

- Firma del/dei consumatore/i (solo se la decisione viene comunicata su carta)

- data

________

(*) Cancellare se non applicabile.